17 maggio: Giornata mondiale contro l'Omofobia, Bifobia e Transfobia


15 May 2023 | Viola C. | Festività ed eventi
giornata contro l'omofobia

La Giornata Mondiale contro l'Omofobia, la Bifobia e la Transfobia (IDAHOBIT) è stata istituita nel 2004 per sensibilizzare l'opinione pubblica e promuovere i diritti umani in tutto il mondo. La data è stata scelta in quanto quel giorno, nel 1990, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha rimosso l'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali.

I primi cambiamenti avvengono nel 1974, quando l'omosessualità viene cancellata dal DSM tra i "Disturbi sociopatici di Personalità". Infatti, negli anni Cinquanta questa veniva categorizzata come disturbo psicopatologico ed era un reato punibile con il carcere.

Solo nel 1990 però avviene la prima vera svolta, che ha permesso alla comunità LGBTQ+ di acquisire consapevolezza, dignità e rispetto. Tuttavia, sono ancora molte le sfide da affrontare per garantire una piena uguaglianza e giustizia, ma è comunque giusto ricordare quanto questa decisione abbia rappresentato all'epoca un importante passo in avanti nella lotta contro l'odio e la discriminazione.

Il significato della bandiera arcobaleno

La bandiera arcobaleno, talvolta soprannominata anche bandiera della libertà, è stata creata nel 1978 da Gilbert Baker, un attivista americano. Venne sventolata per la prima volta a San Francisco nella marcia del Gay pride come simbolo del movimento per i diritti dei gay.

Oggi è stata adottata come simbolo universale di diversità, inclusione e uguaglianza rappresentando la lotta per i diritti e il rispetto di tutte le persone, indipendentemente dall'orientamento sessuale o dall'identità di genere. La bandiera originale aveva otto strisce di colore diverso, ognuna con un significato specifico, ma successivamente è stata semplificata in sette:

  • Rosso: la vita.
  • Arancione: la salute.
  • Giallo: la luce del sole.
  • Verde: la natura.
  • Azzurro: l'arte.
  • Indaco: l'armonia e la serenità.
  • Viola: lo spirito.

Film e Libri che trattano temi LGBTQ+

In un precedente articolo avevo parlato di "Chiamami col tuo nome", un libro che tratta la storia di due ragazzi innamorati in un'epoca che non accetta questa realtà.

Oggi ho deciso di aggiungere alla lista alcuni tra i romanzi ed i film più celebri che affrontano e sensibilizzano sui temi LGBTQ+. Il loro impatto culturale e sociale ha contribuito a diffondere consapevolezza, sensibilizzare sull'argomento e promuovere una maggiore accettazione e inclusione della comunità.

Maurice, E.M. Forster (1913)

Maurice di E.M. Forster è un'opera pionieristica nella letteratura inglese per la sua rappresentazione aperta dell'amore omosessuale. La storia è ambientata nell'alta classe inglese del primo Novecento e segue la vita di Maurice Hall, un giovane uomo che cerca di capire e accettare il proprio orientamento sessuale. Dopo aver provato senza successo ad avere relazioni con alcune donne, Maurice conosce Clive Durham, un coetaneo di cui si innamora.

Tuttavia, tra i due la relazione si interrompe e il protagonista conosce Alec Scudder, un guardiacaccia. La loro storia viene però ostacolata a causa della pressione sociale e della legge che condanna l'omosessualità.

Nel 1987 il regista James Ivory ha realizzato una trasposizione cinematografica del romanzo con Hugh Grant nel ruolo di Clive e James Wilby in quello di Maurice, puoi vedere il film su Amazon Prime.

Orlando, Virginia Woolf (1928)

Orlando è un romanzo scritto da Virginia Woolf pubblicato nel 1928, molto innovativo per l'epoca, che sfida le norme della letteratura tradizionale.

La trama segue le vicende di Orlando, un giovane nobile inglese che vive durante il regno di Elisabetta I. In un momento di crisi si trasforma magicamente in una donna e inizia un viaggio attraverso i secoli alla ricerca della propria identità.

La scrittura di Woolf è molto audace, soprattutto se si considera che il libro è stato pubblicato negli anni '20, quando l'omosessualità era ancora un tabù e la questione di genere non era ancora stata sollevata apertamente. Il testo è ispirato e dedicato alla poetessa Vita Sackville-West, con la quale Virginia Wolf intrattenne una relazione.

Nel 1992 è stato adattato in un film, diretto da Sally Potter e interpretato da Tilda Swinton, che è stato elogiato per la sua fedeltà al romanzo originale, nonché per la sua capacità di rappresentare la fluidità di genere in modo visivamente sorprendente.

Philadelphia (1993)

Philadelphia è un film drammatico del 1993, diretto da Jonathan Demme e interpretato da Tom Hanks e Denzel Washington. La trama del film segue Andrew Beckett, un avvocato di successo che viene licenziato dallo studio legale per cui lavora dopo aver contratto l'HIV.

Beckett decide di citare in giudizio la sua ex azienda per discriminazione, ma ha difficoltà a trovare qualcuno disposto a rappresentarlo a causa della sua malattia. Tuttavia, l'avvocato conservatore Joe Miller, decide di aiutarlo.

Il film è stato prodotto in un momento storico in cui questa malattia era associata e rappresentata nei media come una punizione per comportamenti sessuali devianti e immorali e molte persone venivano discriminate ed emarginate.

Philadelphia è stato un importante punto di svolta nella sensibilizzazione del pubblico, contribuendo a ridurre lo stigma e l'omofobia, in quanto una delle prime pellicole a mostrare un personaggio principale apertamente gay e ad affrontare il tema dell'HIV/AIDS.

Le persone che si vedono apparire erano realmente malate, tanto che molte di loro morirono purtroppo dopo le riprese. Per la sua performance Tom Hanks ha perso ben 14 chili, in modo che potesse apparire al telespettatore visivamente malato. Questa interpretazione gli è valsa un Oscar come miglior attore protagonista, il primo mai concesso per un ruolo che affronta questo tema.

My Policeman, Bethan Roberts (2012)

Nel 2012 Bethan Roberts pubblica My Policeman, un romanzo ambientato a Brighton a fine degli anni Cinquanta che racconta la storia di un triangolo amoroso tra due uomini e una donna. Il protagonista del romanzo è Tom un giovane poliziotto che incontra Marion, una donna bella e carismatica, con cui inizia una relazione.

Contemporaneamente però conosce Patrick, che lavora in un museo, del quale si innamora ma con cui, a causa delle leggi che criminalizzavano l’omosessualità e della paura di Tom di compromettere il suo lavoro nella polizia, è costretto a vivere in segreto.

Nel 2022 è uscito nella sale l'adattamento cinematografico con Harry Styles, David Dawson e Emma Corinn come protagonisti. Puoi guardare la pellicola diretta da Michael Grandage su Amazon Prime.

The Danish Girl (2015)

The Danish Girl è un film del 2015 diretto da Tom Hooper, basato sul romanzo di David Ebershoff, che racconta la storia vera di Lili Elbe, una delle prime persone al mondo a sottoporsi ad una chirurgia di riassegnazione sessuale.

La storia segue la vita del protagonista Einar Wegener, un pittore danese che negli anni '20 vive con la moglie Gerda. Un giorno lei chiede al marito di indossare i vestiti della sua modella femminile per completare un suo ritratto. Inizialmente Einar è dubbioso, ma col tempo inizia a scoprire un lato di sé che fino ad allora aveva represso: la sua identità di genere femminile.

La performance di Eddie Redmayne, che interpreta Einar/Lili, è stata molto apprezzata dalla critica e ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Oscar come miglior attore protagonista.


icona-viola Autore articolo: Viola C.

Aggiungi un commento

I numeri di CodiceRisparmio

Sconti negozi
1718
negozi
Codici promozionali
8277
codici sconto e offerte
Buoni sconto
95
codici sconto attivati oggi
Coupon sconto esclusivi
51
codici sconto esclusivi
logo CodiceRisparmio
© 2024 | tutti i diritti riservati | credits | P.IVA 02513210977 - I marchi ed i loghi sono di proprietà esclusiva dei legittimi proprietari.