Stefano Benni Biografia e ultimo libro


13 January 2020 | Guide e recensioni
Stefano Benni Biografia e ultimo libro

Cercare di definire Stefano Benni è come cercare di spiegare il volo degli uccelli: tu cerchi di farlo nel modo più semplice possibile, magari appoggiandoti anche a qualche base scientifica, ma alla fine arrivi ad un punto in cui ti fermi, perché non sai perché quegli stessi uccelli, di punto in bianco, ti sorprendono con una nuova acrobazia, un nuovo modo di volare, e ti ritrovi punto a capo a cercare di spiegare il perché del loro volo.

Stefano Benni biografia e presentazione del nuovo romanzo

La prima volta che mi sono confrontata con il Benni scrittore, e questo prima ancora di scoprire che fosse un giornalista e un autore "satirico" (se così lo si può definire, visto che le sue opere contengono sempre un fondo di verità), è stata in prima liceo, quando rimasi molto colpita dal racconto Un cattivo scolaro, dove viene descritta una scuola media, da qualche parte dell'Italia, in apparenza "normale".

In realtà poi, proseguendo con la lettura, si capisce che la scuola media in questione altro non è che una caricatura della televisione, dei talent show, della pubblicità, della società dell'apparenza e che, in mezzo a tutto questo marasma osannato e strombazzato anche dagli stessi insegnanti, alla fine il cattivo scolaro, bruttarello, che non si cura del proprio aspetto, che legge e che ha un interesse per la scienza, vince su tutti gli altri.

Poco più avanti, crescendo, e dopo essermi lasciata alle spalle anche il liceo (lo avrei ripreso più tardi e dopo essermi fatta le ossa nella vita normale), ho avvicinato anche Il bar sotto il mare, dove un uomo senza nome, chiamato semplicemente l'Ospite, dopo un incontro con un anziano che porta appuntata una gardenia sulla giacca, vede che quest'ultimo scende i gradini che portano al mare e scompare sotto la superficie dell'acqua.

Incuriosito, e anche pensando che voglia suicidarsi, decide di seguirlo per cercare di fermarlo, ma poco dopo si ritrova in un bar sottomarino e dove, in quel momento, ci sono ventitrè avventori, ciascuno dei quali, nel corso di quella notte un po' magica, racconterà una storia.

 

Stefano Benni biografia dell'autore e curiosità

Stefano Benni, tanto per prendere una citazione del sito, si definisce un lupo, il Lupo Benni e, in quanto tale, non dev'essere mai preso troppo sul serio, perché il lupo si sa, dopo trent'anni, inizia a raccontare una versione diversa della sua vita, perché è nella sua natura "raccontare balle"; dopotutto c'è anche un proverbio popolare che dice "Il lupo perde il pelo, ma non il vizio".

Scrittore, poeta e giornalista, Benni è nato il 12 agosto 1947 a Bologna, sotto il segno infuocato del Leone, e ancora adesso collabora con diversi quotidiani e giornali. Ha collaborato attivamente per un certo periodo con Il Manifesto e, regolarmente, pubblica degli editoriali su La Repubblica.

Il suo primo libro, Bar Sport, una raccolta di racconti, è uscito nel 1976 sotto l'egida della Mondadori. Dopo la pubblicazione non si adagia però sugli allori, perché continua a scrivere romanzi, racconti, poesie, opere teatrali e, addirittura, arriva a toccare il mondo del cinema, realizzando Musica per vecchi animali nel 1989 - tratta dalla sua opera del 1986 Comici spaventati guerrieri - con il grande comico e drammaturgo Dario Fo.

Il film concorre anche al Festival del Film Italiano di Annecy del 1989, dove ottiene il Premio Speciale della Giuria.

Il suo stile di scrittura, fin da subito, lo rende unico per l'uso innovativo e originale della lingua italiana, il suo modo di pungere, attraverso lo stile satirico, gli aspetti più aberranti della società moderna, per la sua instancabile fantasia e il suo gusto per la satira sociale e politica.

libri di Stefano Benni prendono di mira, ovviamente senza cadere nel volgare né tanto meno nell'accusa gratuita, la società italiana degli ultimi decenni. Per fare ciò Benni non racconta la realtà così com'è, ma costruisce dei mondi fantastici e che, altrettanto spesso, talvolta appaiono anche sfuggenti agli occhi del lettore più smaliziato.

Oltre a questo, lo scrittore non ha paura di usare neologismi, giochi di parole e anche di parodiare gli altri generi letterari, compresi quelli più seri e che si analizzano nelle università.

Nel 2015 Stefano Benni, per protestare contro la diminuzione dei budget messi a disposizione per lo sviluppo della cultura italiana, ha rifiutato il Premio Vittorio de Sica.

 

Stefano Benni: Opere maggiori

Stefano Benni, oltre ad essere considerato uno degli autori contemporanei italiani "di punta", è anche uno dei più prolifici, in quanto dal 1976 al 2017 ha scritto 34 opere tra raccolte di racconti, raccolte di poesie e romanzi.

Oltre a Bar Sport e a Il bar sotto il mare, le più conosciute sono senza dubbio Terra!, romanzo del 1983 e uscito anche in Francia e in altri Paesi al di fuori dell'Italia, Comici Spaventati Guerrieri, da cui ha tratto anche il film girato con Dario Fo, La Compagnia dei Celestini, diventata anche un cartone animato che è stato trasmesso in Francia dal 2005 al 2011, Bar sport Duemila e Achille pié veloce.

 

L'ultimo libro di Stefano Benni: Dancing Paradiso

A due anni dall'uscita di Prendiluna e di Teatro 3, Stefano Benni è tornato con un nuovo libro, che pur essendo un locale come il suo bar sport e il suo bar sotto il mare, si differenzia dagli altri due per il mondo in cui si trova.

Il Dancing Paradiso è infatti un locale notturno, immerso in una metropoli dove "Non bisogna essere buoni per entrare, accettano anche le carogne, e qualche volta le fanno cambiare."

Ed è proprio in quel locale che un angelo custode, ben visibile sulla copertina, cerca di far confluire cinque personaggi tutt'altro che allegri: Stan il Pianista Triste, che sta preparando il suo ultimo concerto per Bill, l'amico batterista morente e bloccato su un letto d'ospedale, Amina, una giovane profuga che ha perso la madre mentre cercavano di attraversare il confine insieme, Elvis, un hacker obeso e geniale chiuso in casa da anni, forse un mitomane, forse un assassino, e la poetessa Lady, una donna raffinata, ma con il vizio del bere, ossessionata dal suicidio.

Cinque protagonisti, cinque creature della notte, silenziose, di cui a poco a poco conosciamo le storie, mentre si avvicina la serata al Dancing. Senza alcun rifugio nel mondo, ciascuno di loro sembra aver ormai perduto la speranza.

A vegliare su di loro, e anche a cercare di far sì che si incontrino, è questo angelo, solo tra i soli, che non ha vesti splendenti né tanto meno un'aureola, ma si nasconde sotto i panni di uno straccione e il cui regno sono le strade sporche di fango.

Dancing Paradiso, il nuovo libro di Stefano Benni, è un regalo che il Libraccio.it, il nostro partner, farà a tutti gli amici che spenderanno almeno 20 euro per acquistare i libri degli editori Feltrinelli, Garibaudo, Apogeo, Marsilio e Sonzogno presenti sul proprio e-commerce.

Aggiungi un commento

I numeri di CodiceRisparmio

Negozi attivi su CodiceRisparmio
734
negozi
Codici attivi su CodiceRisparmio
3469
codici sconto e offerte
Codici attivati su CodiceRisparmio
280
codici sconto attivati oggi
Codici sconto esclusivi su CodiceRisparmio
12
codici sconto esclusivi