Trekking in Toscana: i migliori percorsi e itinerari


4 April 2024 | Beatrice D. | Guide e recensioni
trekking toscana

Soprattutto con l’arrivo della bella stagione, la Toscana si rivela un paradiso per gli appassionati di trekking. Se anche tu hai sempre desiderato di immergerti nella bellezza di questa regione, con le sue colline sinuose e le coste ondulate, continua a leggere questo articolo dove troverai un ampio ventaglio di percorsi panoramici e itinerari trekking grazie ai quali potrai godere di paesaggi mozzafiato.

Scoprirai inoltre offerte e codici sconto esclusivi ai quali accedere per comprare al miglior prezzo l’attrezzatura necessaria per le tue prossime avventure. A questo proposito, se hai bisogno di qualche consiglio utile per l’acquisto di scarpe da trekking, da indossare preferibilmente in estate, puoi trovarli in questo nostro articolo dedicato.

Percorsi trekking dove andare a camminare in Toscana

Immagina una regione dove le colline sono decorate da filari di viti e uliveti dove poter scorgere suggestivi borghi medievali e percorrere strade acciottolate circondate da folta vegetazione. Adesso, spostati con la mente sulla costa, e immagina di goderti il mare cristallino delle calette più nascoste. Tutto questo, in Toscana, diventa realtà.

Il variegato ed eterogeneo patrimonio naturalistico di questa regione può essere esplorato grazie ai numerosi sentieri che sono facilmente raggiungibili a piedi. Per farlo al meglio però è necessario avere la giusta attrezzatura, a tal proposito un accessorio che non deve assolutamente mancare sono le bacchette da Trekking, utilissime in qualunque situazione le trovi sempre in grande quantità su Decathlon.

Un altro accessorio fondamentale per le gite in montagna è lo zaino. In base alle tue necessità, alla capienza ed al budget, su Cisalfa Sport trovi una ricca selezione di zaini da trekking per le tue gite in montagna.

 

Dopo avere acquistato l'attrezzatura siamo pronti per partire: ma quali sono le principali città della Toscana da visitare? Ecco la nostra selezione.

Trekking vicino Firenze

Questa zona è l’ideale per ricaricarsi, disconnettersi dal caos della città e dedicarsi alla natura. Oltre il centro della città, infatti, c’è un mondo da esplorare fatto di itinerari green che, siamo sicuri, ti affascineranno. Ecco 3 dei nostri preferiti:

  • Parco di Montececeri: un’area naturale protetta, con superficie di circa 200 ettari, che comprende una collina alta circa 400 metri, dalla quale si può godere di una vista panoramica sulla città di Firenze e sulle colline che circondano il capoluogo.
     
  • Monti della Calvana: nella provincia di Prato, a pochi chilometri da Firenze, si estende una zona montuosa, luogo di partenza ideale per le escursioni a piedi o in mountain bike. La presenza di corsi d’acqua e cascate, poi, rende il tutto ancora più suggestivo. Tra queste vette, troviamo anche la Grotta di Montegrotto, una cavità naturale che venne utilizzata come rifugio durante il Secondo Conflitto Mondiale.
     
  • Vallombrosa: a circa 30 chilometri da Firenze, questa località è conosciuta per l’Abbazia fondata nell’XI secolo dai monaci. Una vero e proprio gioiello, immerso in un’opera d’arte ancora più grande: la foresta di abeti, larici e faggi che compongono il Parco delle Foreste Casentinesi.

Trekking a Pisa e dintorni

Anche i Monti Pisani offrono molte opportunità per gli appassionati di trekking. Scegliendo una di queste destinazioni, puoi contare sulla dislocazione di segni colorati, realizzati a quattro mani tra il Pisa del Club Alpino Italiano e l’Amministrazione provinciale, che aiutano a raggiungerle in totale sicurezza. Eccone 3:

  • Mirteto: il percorso parte dal paese di Asciano. Il sentiero 119, che attraversa la Valle delle Fonti, è breve ma un po' in pendenza: ti consigliamo quindi di affrontarlo indossando pantaloni da Trekking per evitare escoriazioni, punture di insetti e graffi. Se li devi acquistare ti consigliamo di dare un'occhiata a Decathlon dove trovi modelli per tutte le tasche e le esigenze. Camminando, puoi ammirare l'antico sistema mediceo di raccolta delle acque e giungere al Mirteto, un monastero risalente all’anno 1000 e poi sviluppatosi in un insediamento, abitato fino agli anni Cinquanta. 
     
  • Passo di Dante: il nome di questo itinerario è dovuto alla citazione che il poeta gli dedicò nel 33° canto della sua Divina Commedia. Il percorso che insieme al Passo Croce collegava Santa Maria del Giudice a San Giuliano, è percorribile da chiunque e quindi perfetto anche per chi è un neofita delle camminate.
     
  • Verruca da Montemagno: il punto di partenza di questo percorso è il parcheggio di Montemagno. Sulla via principale del paese, la segnaletica bianca e rossa del CAI annuncia l’inizio del sentiero. Per raggiungere la Rocca, arriva al Prato Ceccottino e poi segui il percorso inerpicato che sottostà l’antico edificio.

Sentieri trekking con cascate: i più belli in Toscana

Sei un amante dell’acqua? Estremamente godibili anche in primavera, lontani dal turismo di massa e spesso incastonati tra rocce a picco, i sentieri con cascate e piscine naturali sono un’ottima alternativa al mare. Per affrontare questo genere di avventure è necessario indossare capi resistenti ed adatti a queste situazioni. Il nostro portale ti offre un'intera sezione dedicata all'abbigliamento sportivo dove trovi promozioni su migliaia di articoli delle migliori marche. È molto importante, soprattutto dove l'umidità concorre a rendere il percorso scivoloso, tutelarsi con un'attrezzatura adeguata.

Tra le cascate più famose ci sono la Cascata del Mulino, nei pressi di Saturnia, la Cascata dell'Acquacheta nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e la Cascata del Serpente a San Marcello Piteglio, tutte e tre immerse in scenari naturali mozzafiato.

E poi, ci sono le nostre preferite: le Cascate di Malbacco. Si tratta di polle naturali nei pressi di Serravezza dove è possibile fare il bagno circondati dai suoni della natura. Per i più coraggiosi, c’è anche la possibilità di arrampicarsi sulla parete della cascata e scivolare nel corso naturale del fiume Serra per gettarsi nell’acqua cristallina. Cristallina sì, ma attenzione: è freddissima!

Trekking sul mare della Toscana

Se invece non resisti al binomio trekking e brezza marina, ti proponiamo la Costa degli Etruschi, una delle zone migliori dove fare delle belle passeggiate con vista mare in Toscana. Qui puoi trovare una combinazione unica di paesaggi costieri, riserve naturali e antichi siti archeologici, che rendono ogni escursione un'esperienza memorabile. Alcuni percorsi che potrebbero piacerti sono:

  • il Sentiero delle Calanche: questo itinerario si snoda lungo le scogliere calcaree che si affacciano sul Mar Tirreno. Oltre alle bellezze naturali, il percorso offre ai camminatori la possibilità di ammirare antichi insediamenti etruschi e romani.
     
  • il Parco costiero della Sterpaia: è un'ampia riserva naturale situata tra Piombino e Follonica. Con la sua varietà di sentieri escursionistici che attraversano dune sabbiose, boschi di pini marittimi e spiagge incontaminate, il Parco Costiero della Sterpaia ti lascerà a bocca aperta.
     
  • il Parco archeologico di Baratti e Populonia: questo sito storico comprende le rovine di antiche città etrusche e romane, tra cui necropoli, terme e mura cittadine. I sentieri escursionistici che attraversano questo parco uniscono la vita quotidiana dell'antica Etruria ai panorami spettacolari della costa.

Escursioni alternative in Toscana

Fino ad ora ti abbiamo mostrato sentieri, percorsi e itinerari che fanno della natura che li circonda il loro cavallo di battaglia. Se però sei un camminatore che apprezza escursioni più originali, ecco alcune alternative che siamo certi troverai interessanti.
  • Trekking con visita alle terme: la Toscana è famosa per le sue sorgenti termali naturali, dove rilassarsi e rigenerarsi immersi nelle acque calde e curative. Alcuni dei migliori stabilimenti termali della regione includono le Terme di Saturnia, in provincia di Grosseto, i Bagni di San Filippo e le Terme di Bagno Vignoni, in provincia di Siena.
     
  • Passeggiata con gli alpaca: Firenze, Grosseto, Siena, Pisa. Sono moltissime le province che, in Toscana, offrono questa esperienza capace di mettere d'accordo tutta la famiglia. I prezzi variano da un minimo di 18€ a un massimo di 30€ a persona e possono essere distinti tra partecipanti, ovvero persone che conducono gli alpaca, e accompagnatori, ovvero coloro che non tengono l’alpaca durante la passeggiata ma sono soltanto di compagnia.

Trekking organizzati: come funzionano e quanto costano

I trekking organizzati in Toscana, come in molte altre regioni, sono solitamente gestiti da guide escursionistiche o da agenzie specializzate. Questi organizzatori offrono una varietà di opzioni per escursioni: dalle semplici passeggiate, ai percorsi più impegnativi. Solitamente, i tour organizzati seguono queste fasi:

  1. Prenotazione: è molto probabile che dovrai prenotare in anticipo il tuo posto per partecipare all'escursione. Le prenotazioni possono essere fatte direttamente con la guida o tramite l'agenzia che organizza l'escursione.

  2. Riunioni di preparazione: specialmente quando l'itinerario si preannuncia impegnativo, alcune guide possono organizzare incontri informativi o sessioni di preparazione prima dell'escursione. In questa occasione, verrai messo al corrente in merito all'equipaggiamento necessario e le norme di sicurezza da seguire. In caso, invece, di semplici passeggiate in percorsi per lo più pianeggianti e family-friendly, l'aggiornamento può avvenire anche tramite semplice messaggistica (Whatsapp o similari).

  3. Trasporto: a seconda dell'itinerario, il trasporto da e verso il punto di partenza dell'escursione è incluso. Alcuni tour prevedono il ritiro e il rilascio presso un punto di incontro conveniente, mentre altri richiedono che i partecipanti si presentino direttamente sul luogo di partenza condiviso.

  4. Guida e supporto: durante l'escursione, vieni affiancato da una guida esperta che, conoscendo bene la zona, offre informazioni sulla flora, la fauna, la geologia e le altre peculiarità del territorio. Inoltre, la guida si prende cura della sicurezza del gruppo e fornisce assistenza in caso di necessità. Se previsto dal programma, potresti avere anche un po' di tempo libero per fare acquisti o rifocillarti.

  5. Vitto e alloggio: a seconda della durata e del tipo di escursione, i pasti e la struttura di pernottamento sono inclusi nel costo. In alternativa, possono essere scelti liberamente dai partecipanti. Ti consigliamo di verificare accuratamente ciò che è incluso nel prezzo prima di partire, per non avere brutte sorprese.

Per quanto riguarda i costi, questi possono variare notevolmente a seconda di alcuni parametri tra i quali: durata dell'escursione, livello di comfort, difficoltà del percorso e della reputazione della guida o dell'agenzia. In generale, i trekking organizzati possono costare da qualche decina a diverse centinaia di euro a persona.

Speriamo che questo articolo possa esserti stato utile! Hai trovato, tra le nostre proposte, la tua prossima avventura?

icona-beatrice Autore articolo: Beatrice D.

Aggiungi un commento

I numeri di CodiceRisparmio

Sconti negozi
1711
negozi
Codici promozionali
8024
codici sconto e offerte
Buoni sconto
26
codici sconto attivati oggi
Coupon sconto esclusivi
45
codici sconto esclusivi
logo CodiceRisparmio
© 2024 | tutti i diritti riservati | credits | P.IVA 02513210977 - I marchi ed i loghi sono di proprietà esclusiva dei legittimi proprietari.