Consigli per un weekend in Toscana


7 August 2023 | Federica D.S. | Guide e recensioni
weekend in toscana

Un weekend in Toscana è la giusta soluzione per chi vuole interrompere la solita routine dei fine settimana all’insegna del “Netflix and Chill”.

La Toscana è una delle regioni italiane più ricche di storia. Il suo territorio si espande dalle meravigliose colline della Val D’Orcia, alle spettacolari coste del grossetano per concludersi negli imperdibili borghi medievali sparsi in tutta la regione.

Proprio per la vastità di proposte e paesaggi offerti dalla regione, le idee di vacanza si diramano dal semplice relax marino alle lunghe passeggiate nelle cittadine fino al trekking nelle campagne. 

Decidere di organizzare un viaggio in Toscana, non solo permette di scoprire paesaggi da far “sgranare gli occhi”, ma accontenta qualsiasi tipo di viaggiatore.

Ma cosa vedere in soli due giorni di viaggio in Toscana? Dove andare? Quali sono le migliori mete? 

Cosa vedere in Toscana: 4 mete imperdibili

Come detto, la Toscana è un territorio molto ricco di proposte e sceglierne solo una è davvero difficile. Le opzioni per un weekend fuori porta sono davvero tante e si adattano a qualsiasi tipo di persona e comfort.

La fine di Agosto e tutto il mese di Settembre, grazie alle temperature generalmente più miti, è il periodo migliore per trascorrere un fine settimana in Toscana e godersi al massimo questa splendida regione.

Siena

Classica tappa obbligatoria, insieme a Firenze, Siena è ricca di storia e tradizioni.

Visitare Siena per la prima volta può lasciare senza fiato. Le attrazioni da vedere sono certamente tante: Piazza del Campo, Torre del Mangia, Piazza del Duomo, Santa Maria della Scala, solo per citarne alcune.

Situata nel centro della Toscana, la città è facilmente raggiungibile in auto o altri mezzi di trasporto. Bisogna prestare particolare attenzione al centro, in cui l'accesso non è consentito alle macchine.

Ma quando è possibile visitare Siena in tutto il suo splendore? Vien certamente da sé che la data da segnare sul calendario è il 16 agosto!

Palio di Siena

Con prima documentazione risalente al 1238 e prime attestazioni di corsa equestre nel 1633, il Palio di Siena è una tradizione dalle origini antichissime che nel tempo non ha mai perso di fascino e di entusiasmo.

Il doppio appuntamento del Palio, il 2 luglio e il 16 agosto, è solo un pretesto per festeggiare le ricorrenze religiose, perché proprio come dicono i veri senesi “Il Palio, in fondo, dura tutto l’anno”.

Ma cos’è il Palio di Siena? Il Palio è una gara di equitazione o meglio ancora una "lotta tra Contrade".

La città di Siena, da tempi ormai remoti, è divisa in Terzi che sono rispettivamente Città, San Martino e Camollia, ognuno di questi a sua volta è suddiviso in Contrade.

In totale le Contrade sono 17 e ogni anno, per la festa della Madonna di Provenzano e Madonna dell'Assunta, si danno battaglia in Piazza del Campo. A contendersi la vittoria sono solo 10 delle totali 17, estratte a sorte.

La manifestazione, molto sentita da tutta la città che per l'occasione si raduna in Piazza, è proceduta da una serie di celebrazioni:

  • Tratta – Assegnazione casuale del cavallo
     
  • Messa al Fantino – Benedizione nella Chiesa della Contrada del cavallo
     
  • Provaccia – Prova su pista
     
  • Segnatura dei fantini – I fantini non possono essere più sostituiti
     
  • Corteo storico

Per vedere la corsa ci sono solo due modi: il primo gratuito ed il secondo a pagamento.

Assistere al Palio in Piazza del Campo è l'opzione gratuita, anche se, è severamente vietato portare all'interno "dell'arena" bambini al di sotto dei 10 anni.

Per godere di una vista migliore, è possibile acquistare il biglietto sui palchi e sulle terrazze che si affacciano alla Piazza.

Questi sono da prenotare in largo anticipo, contattando direttamente la struttura desiderata e garantiscono una vista esclusiva e mozzafiato sulla competizione. 

In caso di prenotazione all'ultimo minuto o di una vacanza fuori dal periodo di gara, si consiglia l'acquisto online del tour privato sul Palio di Siena, per visitare i punti d'interesse e non perdersi l'occasione di scoprire la storia sull'eccezionale tradizione senese.

Pisa

Altra città simbolo della Toscana è sicuramente Pisa. Celebre per la “torre storta”, Pisa sorprende il turista per la bellissima Piazza dei Miracoli, considerata da molti un museo a cielo aperto.

Facile da girare in soli due giorni, Pisa è una città giovane, dinamica, dove è possibile passeggiare sui lungarni e godere della prelibatezza dei piatti culinari toscani.

Torre di Pisa e Piazza dei Miracoli 

Patrimonio dell’Umanità dal 1987, Piazza dei Miracoli è il centro artistico di Pisa. Composta da quattro importanti strutture: Cattedrale, Battistero, Campo Santo e il Campanile, conquista il cuore e la visita di milioni di turisti ogni anno.

Tra queste incredibili e imponenti costruzioni architettoniche spicca la Torre di Pisa. Costruita il 9 agosto del 1173, la torre conta ad oggi una pendenza di circa 4° verso sud.

Per visitare Piazza dei Miracoli è possibile acquistare online il biglietto oppure direttamente in loco. Unica struttura a garantire l'entrata gratuita è la Cattedrale che, però, necessita di un biglietto “informale” da ritirare sul posto.

Da precisare: i biglietti per la Cattedrale, come suggerisce il sito, sono limitati e utilizzabili solo in precise fasce orarie; inoltre sono “vendibili” esclusivamente presso le biglietterie del posto.

Per la Torre e le altre strutture, la fascia di prezzo in cui si aggirano i biglietti varia a seconda della quantità di edifici che vogliamo visitare. Sempre dal sito si evincono diversi pacchetti e opportunità di visite guidate.

Val D'Orcia 

La Val d’Orcia offre panorami da cartolina che sembrano uscire da un dipinto del periodo classico. Inserita dall’Unesco tra i siti patrimonio dell’Umanità, la Val D’Orcia è la meta ideale per un weekend all'insegna del romanticismo.

Incantevoli colline verdi e deliziosi borghi medievali come Pienza, Montalcino, Bagno Vignoni e Montepulciano, pitturano il paesaggio di colori accesi e creano un'atmosfera speciale.

Dai cipressi che accompagnano le strade, la zona è ricca di agriturismi dove vivere un weekend in pieno relax a stretto contatto con la natura e con la propria dolce metà.

Pienza

Conosciuto per essere uno dei luoghi più romantici di tutta la Toscana, Pienza è la città simbolo della Val D’Orcia, dichiarata patrimonio dell’Unesco dal 1996.

La sua fama deriva dalla massiccia presenza di vie con nomi poetici. Costellata dal sentimento, Pienza apre le strade alla Via dell’Amore, la Via del Bacio e la Via della Fortuna.

Ammettiamolo, non c’è miglior posto per dichiarare il nostro amore se non a Pienza!... Soprattutto se accompagnati da una cena a lume di candela servita con un ottimo vino bianco e piatti tipici della tradizione toscana.

Grosseto e Maremma

Famosa località dove trascorrere un fine settimana al mare in Toscana è Marina di Grosseto. Tra le più apprezzate è il perfetto connubio tra spiagge selvagge e oasi naturali.

Per il suo carattere wild, permette ai turisti di scegliere tra numerose attività: escursioni nell’entroterra, divertenti sport acquatici e relax nelle sue acque azzurre.

Fra le meraviglie che il grossetano offre ai suoi visitatori è possibile citarne un paio decisamente particolari, differenti ma altrettanto divertenti e stimolanti.

Giardino dei tarocchi 

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico situato a Garavicchio nella frazione di Capalbio, Grosseto. Ideato dall’artista Niki de Sain Phalle prende ispirazione all’artista spagnolo Antoni Guardì e alla sua creazione “Parque Guell” di Barcellona.

Popolato da statue raffiguranti le figure degli arcani maggiori dei tarocchi, il parco garantisce l’ingresso solo con l’acquisto del biglietto, al fine di conservare in buono stato le opere presenti.

Il prezzo del biglietto è suddiviso in fasce: intero, ridotto, scuola e gratuito ma in nessun caso è possibile l’acquisto dell’opzione di “visita guidata”. Questa scelta è stata dettata dall’artista stesso e dalla volontà di lasciare al turista la piena libera interpretazione delle sculture.

Affascinante, colorato, divertente, il Giardino dei Tarocchi è uno di quei parchi che merita assolutamente di essere visitato.

Albus Alpacas 

Albus Alpacas è un allevamento di Alpaca situato a Sasso D’ombrone a Grosseto, in piena campagna maremmana.

Cecilia, titolare e allevatrice, offre un servizio a stretto contatto con la natura e con questi simpaticissimi animali. Le esperienze che il campo alpaca propone ai suoi clienti sono tre:

  • Esperienza Alpacosa

Esperienza semplice, adatta principalmente ai bambini, per approcciarsi per la prima volta all’animale dandogli da mangiare, accarezzandolo e con supplemento di foto digitali in omaggio.

  • Passeggiata

Si tratta di una camminata di 2,5 km nella campagna fino alla sponda del fiume Ombrone. Con durata media di 1 ora e 45 minuti include una mini lezione sugli alpaca.

  • Trekking

Percorso più impegnativo di 4,5 km ha una durata media di 2 ore e mezza. Inclusa anche in questo pacchetto la mini lezione sugli alpaca e in omaggio alcune foto digitali dell’esperienza.

Con le sue attività imperdibili la Toscana accontenta tutte le tipologie di viaggiatori e regala un weekend fuori porta da sogno alla portata di tutti. 


icona-federica-ds Autore articolo: Federica D.S.

Aggiungi un commento

I numeri di CodiceRisparmio

Sconti negozi
1711
negozi
Codici promozionali
8024
codici sconto e offerte
Buoni sconto
548
codici sconto attivati oggi
Coupon sconto esclusivi
45
codici sconto esclusivi
logo CodiceRisparmio
© 2024 | tutti i diritti riservati | credits | P.IVA 02513210977 - I marchi ed i loghi sono di proprietà esclusiva dei legittimi proprietari.