Milano nascosta: 10 attrazioni inusuali da scoprire


26 June 2020 | Guide e recensioni
Milano nascosta: 10 attrazioni inusuali da scoprire

Milano è una città vivace, frenetica e moderna, dove spesso è difficile trovare un momento di calma. È infatti la sede del Duomo di Milano, del Teatro la Scala e del coloratissimo quartiere di Brera, ma c'è anche una Milano nascosta, che poche persone conoscono, e che spesso è anche ignorata dalle principali guide turistiche!

Noi di CodiceRisparmio, seguendo il mood Quest'anno vacanze in Italia, nei giorni scorsi siamo andati alla scoperta di 10 luoghi da visitare a Milano inusuali (no, non siamo andati a visitare il binario 21, anche se ne riconosciamo l'importanza storica) e luoghi segreti ben nascosti nella grande Milano e che, proprio perché sono sfuggenti, meritano una visita più da vicino.

Che tu li conosca già, che tu rimanga in questa città per le vacanze, ma non sai cosa fare, oppure che tu decida di fare un tour di un giorno nel capoluogo lombardo, la Milano nascosta ti catturerà inevitabilmente con il suo fascino.

Milano nascosta: i 10 luoghi più inusuali e belli da vedere

 

1.Terrazza panoramica del Duomo di Milano

Se non soffri di vertigini oppure vuoi provare la stessa sensazione che ha provato Alberto Angela quando, durante una delle puntate de La penisola dei tesori, ci è salito sopra, la terrazza panoramica del Duomo di Milano è una delle attrazioni nascoste assolutamente da non perdere!

Tutti noi, bene o male, conosciamo il Duomo di Milano, una delle più grandi cattedrali del mondo, seconda solo alla Basilica di San Pietro in Vaticano e splendido esempio di architettura rinascimentale.

Pochi però sanno che, proprio sopra il tetto del Duomo, c'è una terrazza panoramica da cui si può ammirare il capoluogo lombardo in tutto il suo splendore.

Di giorno, la terrazza panoramica del Duomo viene presa d'assalto dai turisti più coraggiosi, ma poco prima del tramonto, oltre a non essere particolarmente trafficata, da qui si godono le viste più belle e si possono fare anche foto meravigliose.

Per accedere alla terrazza panoramica, è necessario pagare un extra al prezzo del biglietto per visitare il Duomo di Milano (acquistabile online), ma fidati, il panorama che potrai ammirare da lassù ti ripagherà appieno il totale speso.

 

2.San Maurizio al Monastero Maggiore

Nota anche con il soprannome di Cappella degli Scrovegni milanese, per alcuni San Maurizio al Monastero Maggiore è stata la risposta lombarda alla costruzione della Cappella Sistina.

Non farti ingannare dall'aspetto spoglio e dimesso di questa chiesa, perché una volta all'interno, ti ritroverai a passeggiare sotto e intorno a pareti affrescate del XVI secolo e ad ammirare anche cieli blu decorati con stelle dorate e le immagini dei santi.

Un tempo annessa ad un importante convento femminile di clausura dell'ordine benedettino, oggi la chiesa è un museo a cui si può accedere gratuitamente.

Se intendi visitarlo la domenica, assicurati che, negli orari in cui vorresti ammirarlo, non ci siano messe o altri servizi religiosi in corso, in modo da poterne ammirare appieno la bellezza senza correre il rischio di essere disturbato (o di disturbare gli altri).

 

3.San Bernardino alle Ossa

Nascosto all'ombra del Duomo di Milano, San Bernardino alle Ossa è un tipo di cappella che, sicuramente, non ti aspetteresti di trovare in una città frenetica come Milano.

Le pareti interne sono decorate infatti con innumerevoli teschi e ossa umane, a quanto pare vittime della peste.

La storia narra che, nel XIII secolo, un cimitero adiacente rimase senza spazio per le sepolture e così fu costruita una cappella per contenere le ossa. Da allora è stata "morbosamente" al centro della città.

Oggi l'ossario, che di sicuro ti ricorderà un po' una versione "mini" dei ben più celebri sotterranei di Parigi, è visitabile in modo gratuito. Se però vuoi fare una donazione, all'entrata è presente una cassetta che raccoglie i fondi per il mantenimento della cappella.

 

4.La vigna di Leonardo nella Casa degli Atellani

Leonardo Da Vinci e Milano, questo se non lo sai ancora, hanno un rapporto molto stretto, e difatti, nel capoluogo meneghino, sono diverse le attrazioni intitolate (o realizzate da Da Vinci stesso!) al genio rinascimentale per eccellenza.

Una delle più interessanti, ma anche sconosciute, è la vigna di Leonardo, che si trova nella Casa degli Atellani. La leggenda narra che questa vigna venne regalata al grande maestro, più di cinquecento anni fa, mentre stava dipingendo Il Cenacolo, che si trova proprio dall'altra parte della strada e in faccia alla vigna.

Pare che lo stesso Da Vinci amasse molto sorseggiare un bicchiere di vino, o dilettarsi tra le sue uve, quando non era al lavoro.

Il vigneto è stato gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, ma poi è stato riportato al suo antico splendore e oggi può essere visitato.

Se sei un appassionato di vini, e vuoi visitare questa gemma della Milano nascosta, devi sapere che per accederci devi pagare un biglietto (acquistabile online), ma anche in questo caso ne varrà la pena.

 

5.Chiostri e Palazzi dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

L'Italia ospita alcune delle università più antiche del mondo e Milano non fa eccezione. Sebbene l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano sia stata inaugurata soltanto nel 1920, gli edifici in cui si trova sono molto più antichi.

L'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano si trova a 10 minuti dal Duomo di Milano e vanta alcuni dei più bei chiostri e palazzi antichi tuttora esistenti. Se invece preferisci non camminare, puoi prendere la metro gialla che dalla fermata "Duomo" arriva alla fermata "Centrale", poi prendere la metro verde e scendere alla fermata "Sant'Ambrogio".

L'università si trova in faccia ad una scuola privata, gestita dalle Orsoline, conosciuta per aver ospitato Francesco Petrarca, uno delle tre "teste coronate" della letteratura italiana, e a pochi passi dalla Basilica di Sant'Ambrogio e da Macorini, una gioielleria molto caratteristica e che propone sia gioielli artigianali che religiosi.

 

6.Orto botanico di Brera

Situato nel quartiere alla moda, colorato e frizzante di Brera, questo giardino botanico è aperto dal lunedì al sabato ed è una parte del complesso (ben più maestoso) situato intorno al Palazzo Brera.

Sebbene abbia una superficie di "appena" 500 metri quadrati, è un'oasi verde perfettamente isolata, ottima per uscire con gli amici e sfuggire alla folla di Milano.

 

7.Toro di Vittorio Emanuele II

Certo, probabilmente starai pensando che la Galleria Vittorio Emanuele II non abbia niente di speciale, perché è così conosciuta, e ha una passeggiata così sontuosa, da essere soprannominata "Il salotto di Milano".

Se però entrerai in galleria, e guarderai sotto i tuoi piedi (un consiglio: fallo la mattina presto, meglio ancora prima che aprano i negozi e i ristoranti della galleria, in modo da evitare la calca!), troverai la figura del Toro di Torino.

Prova a girarci intorno: si dice che, se lo si fa, porti fortuna.

 

8.Bar Luce

Progettato dal regista cult Wes Anderson, che per crearlo si ispirò alle caffetterie milanesi degli anni Cinquanta e Sessanta, il Bar Luce si fa subito riconoscere per il suo stile vintage e le sue tonalità pastello.

Con posti all'esterno e all'interno, è uno dei bar più "instagrammabili" e offre sia cocktail in vecchio stile sia tante opzioni moderne per il caffè.

 

9.Basilica di Santo Stefano Maggiore

Molti degli edifici più antichi che si trovano a Milano sono costituiti da chiese, cappelle ed ex monasteri. Molti di questi spazi ecclesiastici sono stati trasformati in sale da concerto e musei, ma la Basilica di Santo Stefano Maggiore rimane tuttora una chiesa.

Situata proprio vicino all'ossario, la basilica fu fondata nel V secolo. Gran parte della chiesa è stata distrutta da un incendio nel corso dell'XI secolo, ma l'edificio attualmente in loco ha più di mille anni.

 

10.Cimitero monumentale

Dapprima visitato per lo più dagli amanti del paranormale, oggi il Museo Monumentale di Milano, poco per volta, sta entrando sempre di più nelle pagine delle guide turistiche, ma rimane comunque un luogo affascinante da esplorare.

Il cimitero, oltre che per le sue tombe e i suoi monumenti artistici, è noto per ospitare alcune delle personalità milanesi più amate, come Alessandro Manzoni, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e tanti altri.

All'interno dei suoi cancelli si può ammirare anche il primo esempio di forno crematorio che sia mai stato costruito in Italia (oggi in disuso) e un memoriale alle vittime italiane dei campi di concentramento nazisti.

Qui purtroppo non troverai la tomba di Giuseppe Verdi, perché il celebre compositore, dopo una breve permanenza nel Monumentale, venne spostato nella casa di riposo per musicisti "Giuseppe Verdi" (dove si trova tuttora), ma in compenso potrai far visita ad Arturo Toscanini, uno dei più famosi direttori d'orchestra italiani, e Umberto Giordano, compositore di opere come Andrea Chénier e Fedora.

 

Bonus: Crazy Cat Cafè

Situato a pochi passi dalla stazione di Milano Centrale, questo bar è un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti dei gatti.

Ispirato ai neko cafè giapponesi, ha aperto i battenti soltanto nel 2015, ma è diventato presto un'istituzione per i milanesi (e non solo).

All'interno del Crazy Cat Cafè è possibile bere un caffè, gustare un brunch, una cena, un pranzo o un aperitivo tra amici in compagnia di nove meravigliosi gatti, che circolano liberi per tutto il locale e possono essere accarezzati anche dagli avventori.

Dato che questo bar è molto popolare, consigliamo di prenotare in anticipo tramite il sito ufficiale.

 

Come raggiungere Milano e iniziare il proprio tour personalizzato della Milano nascosta

Posti belli a Milano ce ne sono molti; la città essere comodamente raggiunta in treno, e senza stress, dalle principali stazioni ferroviarie italiane. I treni, a seconda della loro provenienza, si fermano a Milano Centrale, la stazione ferroviaria cardine del capoluogo meneghino, oppure a Milano Porta Garibaldi.

Dalle stazioni di Milano Centrale e di Porta Garibaldi si possono raggiungere tutte le attrazioni della Milano nascosta a piedi oppure tramite la linea verde e gialla della metro.

Per i viaggiatori provenienti da Roma, fino al 7 luglio 2020, Italo Treno propone un carnet sconti Flex ed Economy per Milano.

Per conoscere i prezzi del carnet, e per sapere come puoi sfruttarlo per ottenere subito numerosi sconti sul tuo viaggio da Roma a Milano, e viceversa, CLICCA QUI PER SCOPRIRE SCONTI ITALIANO TRENO ROMA MILANO CARNET.

Aggiungi un commento

I numeri di CodiceRisparmio

Negozi attivi su CodiceRisparmio
754
negozi
Codici attivi su CodiceRisparmio
3648
codici sconto e offerte
Codici attivati su CodiceRisparmio
185
codici sconto attivati oggi
Codici sconto esclusivi su CodiceRisparmio
20
codici sconto esclusivi